la musica   brutta
il coraggio di non suonare
TUONO PETTINATO BIOGRAPHY
laghetto | tuono p. | ratigher | jdr | g.j.

VERSIONE 2006 (dello psycofan Andrea) Classificato come caso unico accertato di bisantropia antropomorfa, la nascita di Kassius Clein Mornarione Santo di Monaco avviene per coltivazione delle cellule ritrovate nella tomba di Jean Jaques Pettìnàto, nobile di corte al seguito del famoso Marchese du Lireè, brillante oratore e scopritore del vaccino per la caduta dai pattini. Pettìnatò morì fra il 1638 ed il 1982 e passò alla storia per la celeberrima mappa che, narra la leggenda, aveva tatuata sull'interno del palato e che, sembra, raffigurasse la via per trovare la biga utilizzata da Ben Hur nel film che sarebbe stato girato qualche secolo dopo. Predoni su predoni dissacrarono i cimiteri della splendida regione francese della Rolanda senza trovare nulla. Finché, un dì, Gustavo Marca Fava, contadino abruzzese in gita di 3 media all'estero, sbatte il suo piede contro qualcosa che, secondo la sua stessa descrizione, "rassomigliava a nu teschio de nobile francese del diciassettesimo secolo o a nu sasso duro". Studi del British Institute propendevano per la seconda ipotesi, ma Gustavo aveva sempre più stampata in testa l'idea che "esso fosse invero teschio et non sasso" (da "Sassi et tesqui" di Alvaro Vitali, pag.237, edizioni Paoline). La determinazione e l'istinto di Gustavo gli fecero commettere la pazzia di barattare con 15 forme di cacio di Nanni er Cacione la continuazione degli studi sul reperto. Gli esperti del British accettarono felici (consci di quanto il formaggio di Nanni fosse saporitello) e lasciarono il campo a Gustavo. Egli disseppellì il corpo del defuntissimo Jean Jaques e, portento, notò come la mano sinistra del nobile assai morto si fosse conservata intatta! Dal palato invece era impossibile ricavare notizie utili sulla biga di Ben Hur (ma tanto è uguale, perché la mappa portava non alla biga di Ben Hur, ma a quella di Ben Afflek). Con l'aiuto di Archimede (si, quello di Topolino, embè?!) capì che, a causa del passatempo di Pettìnàto di cospargersi la mano di vinavil fingendo poi di perdere la pelle come nemmeno un pitone in tempo di muta, questa si era essiccata e conservata come la mummia di Tutankamon, come l'uomo del Similaun, come le reliquie dei Santi e come il pecorino antidiluviano del sù citato Nanni. Decise allora di applicare quanto appreso sino a quel momento lavorando come pastore, cioè la clonazione umana. Con l'aiuto dei fantastici 5 (corsi e ricorsi storici!!), che al tempo però erano Giovanni Pascoli, Katia Noventa, il professor Cannella (per gentile concessione di Quark), un tipo che in tv vende pistole scacciacani per spaventare le minoranze etniche e uno di quei vecchi che scaracchiano sui giovani d'oggi senza però il carisma degli Afterhours; con il loro aiuto indi egli clonò il suo figlio primogenito, tale Cassius Clay Mornarione Santo di Monaco, che però ribattezzò presto, per omaggiare il suo padre genetico, Tonno Pettinato. Purtroppo però esisteva già una marca che vendeva delfini spacciandoli per tonno che utilizzava tale nome, quindi per copyright Gustavo ribattezzò il neon nato Maroon 5 Pettinato, ma purtroppo esisteva già un gruppo di pargoli dai capelli pettinatissimi che suonavano cover degli ASNGLTITLTI, cioè "Anche Se Non Guardo La Tv Il Telecomando Lo Tengo Io", gruppo post-rock impegnato nel (centro) sociale (a rubare le tapparelle). Optò allora, il buon Gustavo, per il nome di Tuono Pettinato, dato che il bimbo aveva un tuono al centro della fronte, e vaffancu#@ Harry Potter che ancora doveva essere pensato. Data la clonazione pecoreccia Tuono crebbe a ritmo eccezionale, avendo 20 anni alla tenera età di 19 anni. Fu sui misteriosi monti dell'Abruzzo che si innamorò della musica: per evitare la solitudine si scolpì su un pezzo di granito una chitarra con la quale tentò di accoppiarsi, ma dopo diversi tentativi capì che la chitarra non si suonava in tal guisa e allora ripiegò diventando un chitarrista di ninjacore e fondando un gruppo, i Laghetto, dal sannita Laghetto, poi italianizzato in Laghetto, con i suoi amici, che mi ero dimenticato di dirlo, erano i Power Rangers e avevano ognuno un potere della minchia tipo Amore, Spirito d'osservazione o Risposta immunitaria superiore alla media nei confronti della placca. Dopo il primo album, fra i più venduti fra i mostri dei telefilm a basso costo e fra le pecore della stalla di Gustavo Marca Fava, ne seguirono altri, che però ancora devono uscire e speriamo che me ne firmano uno così me la tirò che conoscevo il gruppo prima degli altri!

VERS.1: TUONO PETTINATO RIBELLE INDOMITO.Tuono Pettinato, 1788-1824. Bellissimo, vigoroso, ardito, di carattere aspro, viaggiava con un seguito di bravi, cavalli, cani, scimmie e falconi, drappeggiandosi del manto ideale della sua malinconia insoddisfatta e della sua nausea pel vuoto della vita

VERS.2: (F.Bernocchi)Dalle ceneri degli Aristogatti,Tuono Pettinato nasce in quel di Abbiate Grasso nel 1893. Subito, tipo nel 1895, quindi alla tenera età di due anni, il nostro si affeziona alle figurine degli Sgorbions. Il fatto che questa serie di figurine al tempo non fosse stata ancora inventata, effettivamente ha procurato qualche problemino al Pettinato, ma lui assolutamente non si dispera. Il suo vizio lo porta nel 1903 ad un processo per il reato di creazione di serie di figurine del futuro. Condannato per pettinatura sconcia in luogo ancora da definire, Tuono Pettinato fugge dalla sa città natale e si rifugia al parco della Preistoria di Rivolta d'Adda. Lontano dalla folla, indisturbato, il Pettinato trascorre qui gli anni più felici della sua vita; dalla sua chiaccheratissima relazione con la statua in plastica del brontosauro nascerà la famosa stella televisiva, ricordata sfortunatamente per la sua inclinazione autodistruttiva, Katia Noventa. Tuono Pettinato la odia e la picchia selvaggiamente con una chitarra finta tutto il giorno. Durante una visita guidata al parco, il dott. Steve Frank, accompagnato dal suo fedele consigliere e amante Giorgio Mastrota, nota un energumeno che picchia una sciampista con una chitarra finta. È l'inizio di un'amicizia che cambierà il corso della musica moderna e contemporanea. Sfortunatamente da li a poco scoppierà la terribile guerra tra Rivolta d'Adda e la Norvegia. Il Pettinato non resiste al fascino futurista della guerra, e decide di andare all'Ikea a ubriacarsi di wodka. Steve Frank lascia Mastrota perché non riesce a capire il funzionamento della poltrona relax 2000. Katia Noventa intervista Arafat e il gioco è fatto: nascono i Laghetto. Tuono Pettinato oggi vende attori famosi un tempo, ma oggi dimenticati a delle auto usate.

contact: laghetto@donnabavosa.com | | news | bios | lyrics | music | shows | press | photos | links